lunedì 8 settembre 2014

In un libro la sconvolgente storia di Nicolò Businco

venerdì 19 settembre  alle ore 18 alla Feltrinelli point, in via Paoli 19 verrà presentato il libro di Tonino Serra. Con  l’autore   dialogherà  il  giornalista Giovanni   Maria Bellu. L'Associazione ASIBIRI, che è tra i promotori dell'iniziativa, invita soci e simpatizzanti a partecipare.





Presentano

Nicolò Businco.
Storia di un errore giudiziario
di Tonino Serra



Le edizioni Condaghes in collaborazione con la libreria Feltinelli point e l'associazione Asibiri hanno il piacere di presentare il nuovo lavoro di Tonino Serra  Nicolò Businco. Storia di un errore giudiziario.

Uno sconvolgente spaccato della giustizia e della società sarda di fine  ottocento  che  racconta  la  devastante  povertà  delle  zone interne, le faide sanguinarie e le lotte politiche senza esclusione di colpi tra chi voleva mantenere corruzione e privilegi e i coraggiosi innovatori come Niccolò Businco che per questo suo impegno pagò un altissimo prezzo personale senza mai arrendersi fino al recupero della libertà e dell'onore.

Tonino  Serra, Ierzese con ascendenti di Tertenia e Ulassai,  medico fisiatra,  vive e lavora a Cagliari dal 1975.
Sindaco    del   suo   paese   negli   anni   ’80,   è   stato   consigliere provinciale e comunale  di Cagliari  dal 1990 al 1998. Ha pubblicato Ierzu,  storia  di  un  paese  contadino, Ierzu,  la  gente,  i  luoghi,   la memoria,  e alcuni  saggi su Quaderni  Ogliastrini. Con vari autori  ha curato  il libro  monografico Ogliastra.  Sta ultimando la monografia Ulassai, i percorsi della memoria.



Il giovedì del 16 luglio 1914, Nicolò Businco lasciò il carcere dopo quasi diciotto anni di detenzione. Con altri tre compagni di sventura - Giosuè Piroddi, Antonio Lorrai e Antonio Parlatariu di Tertenia - fu condannato all´ergastolo, in seguito a un processo che all´epoca fece scalpore, per l'omicidio di Ruggero Tedde, segretario comunale di Perdasdefogu, commessola notte del 16 agosto 1894.
Nel 1911, in seguito a pazienti investigazioni, i famigliari dei condannati erano riusciti a far incriminare per suborno e falsa testimonianza chi aveva determinato la condanna del 1898 e a ottenere la revisione del processo. Il nuovo si concluse tuttavia con l´assoluzione degli accusati, nonostante alcuni di loro avessero confessato.
Per via della logica perversa della burocrazia, Piroddi e Businco (gli altri due  erano  nel  frattempo  deceduti  in  carcere),  pur  essendo  stati
riconosciuti implicitamente vittime di un grossolano errore giudiziario,
furono ricondotti in prigione nell´attesa che si chiarisse la loro posizione processuale.  Giosuè  Piroddi  fu  liberato  il  17  febbraio  1912  mentre Nicolò Businco dovette attendere altri ventinove mesi nel penitenziario di Oristano.


Il libro  sarà presentato venerdì 19 settembre  alle ore 18 alla Feltrinelli point, via Paoli 19.
Con  l’autore   dialogherà  il  giornalista Giovanni   Maria
Bellu.

L’attrice Maria Luisa Businco leggerà alcuni  brani scelti del libro.

Durante  l'incontro verranno  proiettate immagini inedite dei  protagonisti della  vicenda  e dell'Ogliastra del periodo.

Nessun commento:

Posta un commento