domenica 22 novembre 2015

Fotogiornalismo o storytelling? Alla MEM "Ecologia dell'Informazione"

Dopo la Open Lesson di Tano D'Amico allo IED Ecologia dell'Informazione si è spostata alla MEM per il dibattito "Fotogiornalismo o Storytelling?". Ospiti Michele Smargiassi, giornalista di Repubblica dove cura anche il blog Fotocrazia, una delle finestre più autorevoli sulla fotografia mondiale, Tano D'Amico, grande fotoreporter degli anni "70 e '80, Samuele Pellecchia, fotoreporter per importanti testate americane e fondatore dell'agenzia Prospekt. A coordinare l'incontro Gabriella Saba, giornalista freelance per numerose ed autorevoli testate.

Preceduta da un'intervista su Radio3 a Michele Smargiassi per il programma Zazà e a Tano D'Amico per il TG3 regionale l'incontro è stata una grande riflessione sul mestiere di fotoreporter e sui cambiamenti che la velocità di produzione dei servizi sta imponendo a questo lavoro.

L'irruzione di tecniche tipiche dello storytelling, l'uso sempre più massiccio di immagini "staged" al posto di immagini prelevate nel momento dello svolgersi dei fatti sta orientando il mestiere verso la "costruzione" di storie che possono facilmente sconfinare verso la fiction che, hanno sottolineato tutti gli ospiti, può essere lecita in tutti gli ambiti ma non in quella che Smargiassi definisce "fotografia della testimonianza".

E' stato un momento di approfondimento colto sulla fotografia fatto da due fotografi e da un autorevole osservatore del mondo dell'immagine che ha portato alla luce un argomento che necessita di ulteriori contributi ed approfondimenti per capire l'evoluzione di quella parte dell'informazione che spesso è messa in secondo piano oppure usata come semplice illustrazione.










Nessun commento:

Posta un commento